Il nostro sito web utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza utente possibile.
Quando navighi sul nostro sito web, accetti la nostra politica sulla privacy.

Automotive.

 

Settore Automotive

La qualità guida l’intero percorso operativo

La qualità del veicolo dipende dalla qualità di ogni suo singolo componente.

È quindi fondamentale una catena continua di qualità, sicurezza e affidabilità che coinvolge l’intero ciclo di vita del veicolo, dalla produzione alla manutenzione.

 

 

Per i fornitori dell’industria automobilistica

Per diventare fornitori delle case automobilistiche è indispensabile ottenere la certificazione IATF 16949:2016, norma che integra gli attuali standard dell'industria automobilistica su scala globale nel sistema di gestione della qualità dei fornitori.

Per arrivare a ottenere questa certificazione, l’organizzazione deve sviluppare il sistema di gestione della qualità ISO 9001 e integrare nel proprio sistema gestionale e organizzativo le specifiche esigenze dell'industria automobilistica.

Siamo accreditati da IATF (International Automotive Task Force) per il rilascio della certificazione IATF 16949:2016 sugli standard di qualità nell'intera catena di fornitura del settore automobilistico.

Sviluppato dall'International Automotive Task Force (IATF), lo standard IATF 16949:2016 sostituisce la vecchia specifica ISO/TS 16949 della quale rappresenta la rivisione del sistema di gestione della qualità in ambito automotive. I certificati ISO/TS 16949:2009 andranno quindi sostituiti entro il 14 settembre 2018.

Requisiti

Rispetto alla norma ISO 9001:2015, IATF 16949:2016 enfatizza diversi requisiti.

  • L’emissione di un business plan con attenzione alle performance di efficienza oltre che di efficacia. In particolare è richiesta una valutazione dei costi della non qualità, delle performance di consegna cliente e di efficienza del sistema produttivo. 
  • Organigramma della qualità su tutti i turni
  • Autorità di blocco produzione nel caso di produzione di non conformi
  • Identificazione nell’ambito della documentazione delle specifiche tecniche e dei disegni di eventuali stampi ed attrezzature
  • Identificazione di tutte le cogenze sul prodotto
  • Approccio Risk Based Thinking per il prodotto e processo basato sulla tecnica FMEA (esiste una specifica linea guida)
  • Identificazione e gestione delle caratteristiche critiche
  • Pianificazione della qualità avanzata APQP (esiste una specifica linea guida)
  • Processo di approvazione dell’introduzione di nuovi prodotti PPAP (esiste una specifica linea guida)
  • Emissione di specifici piani di controllo per il prototipo, pre-serie e serie con evidenza delle caratteristiche critiche
  • Consapevolezza degli operatori sulle caratteristiche critiche
  • Sviluppo del sistema qualità del fornitore basato almeno sulla norma ISO 9001
  • Controllo statistico di processo SPC (esiste una specifica linea guida)
  • Analisi dei sistemi di misura MSA (esiste una specifica linea guida)
  • Riduzione dei tempi di set-up impianti
  • Manutenzione preventiva e predittiva
  • Produzione di tipo pull
  • Pianificazione dello stabilimento e layout
  • Ordine e pulizia delle postazioni di lavoro (es. 5S)
  • Laboratori interni ed esterni conformi alla norma ISO IEC 17025
  • Segregazione dei prodotti non conformi e gestione dei sospetti non conformi
  • Audit di processo e di prodotto
  • Analisi dei dati e problem solving (esempio metodo 8D)
  • Impatto delle azioni correttive
  • Sistemi a prova di errore (Poka-Yoke)
  • Piani di emergenza

Fra le novità introdotte: responsabilità sociale di impresa, maggiore attenzione ai requisiti di sicurezza sui prodotti, maggiore chiarezza nella rappresentazione dei fornitori e dei sub fornitori, gestione dei software integrati nel prodotto, integrazione del risk management con i piani di emergenza, maggior focalizzazione nell'ambito del requisito "contesto" su richieste da parte del cliente.

 

ISO/TS 16949:2009
Certificazione di subfornitori per automobili. Dopo il 1° ottobre 2017 le organizzazioni possono effettuare audit solo in base allo standard IATF 16949:2016. I certificati ISO/TS 16949:2009 saranno validi fino al 14 settembre 2018.

La norma ISO/TS 16949 armonizza i requisiti esistenti a livello mondiale per i sistemi di gestione della qualità nell'industria automotive. La relativa qualifica è un requisito irrinunciabile per le aziende che desiderano far parte della catena di fornitura dei costruttori di autoveicoli. ISO/TS 16949 apre così le porte alla più grande industria di produzione al mondo.

ISO/TS 16949 costituisce la base per esercitare il massimo controllo sui processi («principio zero defect»). Soddisfare la norma significa confermare l'adozione delle misure di garanzia dei processi prescritte e confermate ed è pertanto un requisito fondamentale per accedere alla condizione di fornitore.

ISO/TS 16949 è compatibile con ISO 9001:2008

IATF 16949:2016
Certificazione di subfornitori per automobili

Lo standard per sistemi di gestione della qualità del settore automotive, anche IATF 16949:2016, insieme ai requisiti specifici del cliente, definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per il settore automotive. La qualifica è un requisito irrinunciabile per le aziende che desiderano far parte della catena di fornitura dei costruttori di autoveicoli, la più grande industria di produzione al mondo.

IATF 16949:2016 costituisce la base per esercitare il massimo controllo sui processi («principio zero defect»). Soddisfare la norma significa confermare l'adozione delle misure di garanzia dei processi prescritte e confermate ed è pertanto un requisito tassativo per diventare un fornitore riconosciuto.

IATF 16949:2016 è compatibile con ISO 9001:2015

 

Approfondisci

Transizione a IATF 16949:2016 – Pubblicazioni

  • Principali modifiche a IATF 16949:2016 rispetto a ISO/TS 16949:2009, indipendentemente dai cambiamenti a ISO 9001:2015 rispetto a ISO 9001:2008

Le regole dell'audit di transizione sono definite nel documento «International Automotive Task Force – Transition Strategy ISO/TS 16949 > IATF 16949 - Rev.2».- -> Rev 3 (19 June 2017)

 
 

Newsletter

 

Leggi l'ultimo numero.
Lombardia: contributi
energetici ISO 50001

Leggi