Il nostro sito web utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza utente possibile.
Quando navighi sul nostro sito web, accetti la nostra politica sulla privacy.

Cosmetica.

 

Settore cosmetica: pratiche di buona fabbricazione

L’affidabilità dei prodotti cosmetici è un valore fondamentale e contribuisce a rafforzare la fiducia del consumatore che ha sempre più a disposizione una vasta scelta di prodotti di cui non sempre è facile determinare la qualità intrinseca, intesa anche come livello minimo di sicurezza garantito. Da un lato la pubblicazione del Regolamento Europeo 1223/2009, che disciplina la produzione e la vendita dei prodotti cosmetici, dall’altro l’emissione di specifici standard ISO 22716 ed EFfCI GMP da parte degli organismi di normazione ed organizzazioni di settore, dimostrano come a livello europeo ed internazionale si sia avvertita l’esigenza di armonizzare e definire standard tecnici comuni che abbiano diffusione internazionale.

L’opportunità a disposizione dei produttori di cosmetici e di ingredienti cosmetici è quella di aderire alle linee guida ISO 22716 o agli standard EFfCI GMP poiché, in quanto norme armonizzate, consentono di dimostrare, attestare e certificare l’adozione di norme di buona fabbricazione ed il rispetto delle prescrizioni sancite dal legislatore europeo (gestione delle risorse, approvvigionamenti, realizzazione e controllo del prodotto, tracciabilità etc.).

Sono numerose le tipologie di servizio che offriamo alle organizzazioni del settore.

  • Audit sul sistema di gestione conforme alle linee guida ISO 22716:2007 (GMP) con l’emissione dell’attestato di conformità per i produttori di cosmetici.
  • Audit sul Sistema di gestione conforme alle linee guida EFfCI GMP con l’emissione di attestato di conformità per i produttori di ingredienti cosmetici.
  • Audit su fornitori di prodotti, semilavorati o ingredienti cosmetici per verificare l’applicazione di norme di buona fabbricazione.
  • Gap analysis ISO 22716:2007 ed EFfCI GMP per valutare lo stato dell’organizzazione e l’impatto che le attività richieste per la conformità alle GMP potrebbero avere sulla struttura.
 

Norme applicabili al settore

 

Marchi 

 
 

Newsletter

 

Leggi l'ultimo numero.
Lombardia: contributi
energetici ISO 50001

Leggi